Saipem: un’occasione di breve

Condividi

Nuova occasione su un titolo bistrattato. Il titolo in questione è Saipem.

Saipem SpA è una società attiva nel settore petrolifero e del gas in aree remote e in acque profonde. Fornisce servizi di ingegneria, approvvigionamento, project management e costruzione con la progettazione e l’esecuzione di progetti offshore e onshore. Inoltre, la Società offre anche tecnologie per la monetizzazione del gas e lo sfruttamento di petrolio pesante. È organizzato in cinque unità operative: progettazione e costruzioni terrestri, progettazione e costruzioni offshore, perforazioni onshore ed offshore. La business unit Engineering & Construction opera sia onshore che offshore. Le attività offshore comprendono piattaforme, terminal marittimi e condotte. Le attività onshore si concentrano sulla posa di condotte e l’installazione di impianti, attrezzature e galleggianti. La business unit Drilling svolge programmi di perforazione negli ambienti onshore e offshore a livello globale.

Benché il prezzo del petrolio sia in un trend rialzista, altrettanto non si può dire per il titolo come si può notare dal grafico riportato sotto:

Infatti il titolo vede un ampio movimento laterale ed oggi ci troviamo sulla parte bassa del range.

Ormai saprete che preferiamo puntare su un prodotto che ci copre da eventuali ulteriori storni e che ad una certa data stabilisca un determinato profitto se il titolo non scende sotto una certa quota.

Il certificato che prendiamo in considerazione è un

Bonus Cap con le seguenti caratteristiche:

  • ISIN: DE000HV40CQ4
  • Barriera: 2,6908€
  • Scadenza: 21/12/2018
  • Bonus: 112€

Attualmente Saipem si scambia a circa 3,14€, il 14,5% sopra la barriera. Come segnato sul grafico c’è un forte supporto vicino ai 3€ che pensiamo possa reggere da qui a fine anno ed anche se così non fosse avremmo un altro cuscinetto del 10% prima di toccare la barriera.

 

A fronte di tale profilo di rischio abbiamo un rendimento ragguardevole: il certificato è oggi acquistabile a 93€, che significa un rendimento del 20,8% in meno di 8 mesi, ossia il 32% annuo circa.

Dati questi numeri, ci sentiamo di inserire tale certificato per una quota complessiva del 3% del nostro portafoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *