Saipem: un’occasione di breve

Nuova occasione su un titolo bistrattato. Il titolo in questione è Saipem.

Saipem SpA è una società attiva nel settore petrolifero e del gas in aree remote e in acque profonde. Fornisce servizi di ingegneria, approvvigionamento, project management e costruzione con la progettazione e l’esecuzione di progetti offshore e onshore. Inoltre, la Società offre anche tecnologie per la monetizzazione del gas e lo sfruttamento di petrolio pesante. È organizzato in Continua a leggere…

Portafoglio Italia: altre ottime notizie e nuovi record

Ancora buone notizie dal nostro Portafoglio Italia 2018. La settimana si è chiusa con un bel +1,27% contro un +0,42% del FTSE-MIB, insomma abbiamo triplicato la performance dell’indice come verificabile qui. Anche le performance dall’inizio son di tutto rispetto con un +7,24% contro un 2,13% dell’indice.

Questa settimana c’è stato il preannunciato Continua a leggere…

Altre due strategie su Leonardo

Torniamo ad occuparci di un tipo di certificato molto apprezzato dai nostri investitori perché da la possibilità di ricevere delle importanti cedole periodiche ben più alte dei rendimenti attuali delle obbligazioni che, come ormai saprete (link), sono schiacciati verso il basso.

Analogamente come sottostante ci focalizzeremo su un titolo su cui già mesi fa abbiamo acquistato un certificato “worst of” e che ci sta dando notevoli soddisfazioni.

Il titolo è Leonardo Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia: la corsa continua

Continua il momento di forza sia per l’indice FTSE-MIB che soprattutto per il nostro Portafoglio Italia. Anche questa settimana abbiamo battuto l’indice di riferimento facendo segnare un ottimo +2,62% contro un +2,14%. Si allarga così ancora di più il differenziale tra la performance dall’inizio del rilascio del portafoglio (12/01/2018): infatti il +5,9% del Portafoglio Italia va paragonato al +1,7% del FTSE-MIB come potete constatare qui.

Tra i titoli che compongono il Portafoglio Italia (la cui singola performance potete trovare qui) va sicuramente sottolineato il rialzo di De Longhi (che abbiamo già trattato qui), che con un +6,41% in una sola settimana è sicuramente il migliore del lotto. Tale exploit è dovuto all’approvazione del bilancio 2017 in cui è stato anche dato il via libera ad un piano di buy back di azioni proprie. Maggiori informazioni sono reperibili qui.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Ferrari: una strategia da 10% in otto mesi

Continua la nostra ricerca di profitto anche in un contesto internazionale così difficile come quello attuale dovuto alle tensioni in Siria. Probabilmente tali tensioni si trasformeranno in turbolenze di mercato fin dalla giornata di lunedì.

La nostra scelta questa volta si è quindi focalizzati su un titolo che ha dimostrato una volatilità storica inferiore a quella del mercato ed è uno dei brand più conosciuti e prestigiosi al mondo: Ferrari. Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia: nuovi massimi

Una buona ed una cattiva notizia (ma sarebbe meglio dire meno buona) per il nostro Portafoglio Italia 2018. Andiamo con ordine.

Partiamo dalla buona notizia: il Portafoglio Italia ha superato i suoi massimi storici segnando un +3,2% dall’inizio. Tale performance è messa ancor più in evidenza dal paragone con l’indice FTSE MIB Continua a leggere…

Con la Juventus un +16% a fine anno

Dopo le vacanze pasquali torniamo ad occuparci di certificati d’investimento. Questa volta lo facciamo su un titolo che solitamente non trattiamo mai, anzi, ad essere sinceri è un settore da cui normalmente ci teniamo alla larga. Il settore è quello delle squadre di calcio e la squadra in questione è la Juventus. Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia: una settimana da incorniciare

Non ci poteva essere miglior ritorno dalle vacanze pasquali! Non solo questa settimana il nostro Portafoglio Italia ha nuovamente battute l’indice FTSE MIB (ma ormai non dovrebbe essere più una sorpresa come potete voi stessi constatare qui) con un +2,39% contro un +2,32%, ma, cosa ancora più importante, il nostro portafoglio è ben sopra la parità dalla data del suo rilascio con un +2,26% contro una performance negativa dell’indice di -2,13%. Stiamo dunque riuscendo ad ottenere ciò che ci eravamo preposti fin dall’inizio: un paniere di titoli sottovalutati, poco volatili e che riuscissero a far meglio dell’indice di riferimento.

Con altrettanto realismo segnaliamo Continua a leggere…