Aggiornamento Portafoglio Italia

Veloce aggiornamento settimanale: sia il nostro Portafoglio Italia che il FTSE-MIB ritracciano su livelli più bassi. In particolare il Portafoglio Italia è stato appesantito da Telecom Italia Risparmio, mentre è stato buono il recupero di Unieuro. A livello settimanale le performance sono state di un -1,03% contro un -0,16%, mentre la differenza rimane importante ed evidente da inizio anno: -0,68% contro -6,56% !

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Aggiornamento Portafoglio Italia: continua la volatilità

Continua la debolezza del FTSE-MIB che chiudendo in quota 21626 punti mette a segno un -1,20%. Debole anche il nostro Portafoglio Italia che fa -1,79% penalizzato soprattutto dalla brutta performance di Unieuro, come riportato qui. A livello complessivo il Portafoglio Italia è ancora di gran lunga migliore all’indice FTSE-MIB: infatti dopo 6 mesi siamo a -1,84%, performance di tutto rispetto se pensate a che livelli di volatilità è stato sottoposto l’indice FTSE-MIB che infatti si trova sotto di un pesante -7,70%.

Approfittiamo di questo spazio per anticipare che, poiché la settimana scorsa sono scaduti vari certificati da noi analizzati, nel prossimo post faremo il punto della situazione in merito (largamente positivo comunque).

Inoltre analizzeremo anche il certificato su Prysmian, segnalato qualche settimana fa, che purtroppo ha toccato la barriera. La forte discesa del titolo appartiene a quei fenomeni di “cigni neri” che capitano nel mercato e che ha colto di sorpresa anche noi. Naturalmente, non ci stancheremo mai di dirlo, la diversificazione è l’unica vera strategia che ci mette al riparo da questi evento.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Aggiornamento Portafoglio Italia: un primo rimbalzo

Dopo chiunque settimane di ribasso si è verificato un primo rimbalzo la cui consistenza sarà tutta da verificare nelle prossime settimane.

Il FTSE-MIB recupera quota recupera i 22000 punti mettendo a segno un +3,9%. La bassa volatilità del nostro Portafoglio Italia si fa sentire anche nelle fasi di recupero con un +2,1%. Ancora largamente positiva la performance del Portafoglio Italia con un -1,1% contro un ancora pesante -5,9% del FTSE-MIB.

Questa settimana Unieuro ha staccato un dividendo di un 1€ per azione, con un dividend yeild pari al 6,94% sui nostri prezzi di carico. Da questa Continua a leggere…

Portafoglio Italia: di record in record

A costo di essere noiosi anche questa settimana ottime notizie per il nostro Portafoglio Italia che segna nuovi record. Siamo quindi sintetici: il Portafoglio Italia 2018 fa un +1,83% contro un +1,78% per il FTSE-MIB e soprattutto le performance dall’inizio sono un +9,2% per il Portafoglio Italia contro un 3,95% del FTSE-MIB.

Chi ha avuto il coraggio di seguirci fin dall’inizio sicuramente oggi sì è tolto qualche soddisfazione, soprattutto per quei titoli come Telecom Italia Risparmio ed Unieuro che durante l’anno hanno visto momenti difficili e che poi il mercato ha improvvisamente riscoperto (ne abbiamo parlato diffusamente su questo sito).

Nel mese appena iniziato si staccheranno diversi dividendi e, anche secondo il detto “Sell in May and go away”, ci aspettiamo uno storno dei mercati. Il nostro portafoglio dovrebbe esporre una maggiore “resilienza” rispetto all’indice italiano proprio in virtù della selezione di titoli a minore volatilità.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Portafoglio Italia: altre ottime notizie e nuovi record

Ancora buone notizie dal nostro Portafoglio Italia 2018. La settimana si è chiusa con un bel +1,27% contro un +0,42% del FTSE-MIB, insomma abbiamo triplicato la performance dell’indice come verificabile qui. Anche le performance dall’inizio son di tutto rispetto con un +7,24% contro un 2,13% dell’indice.

Questa settimana c’è stato il preannunciato Continua a leggere…