Portafoglio Italia: un esempio di resilienza

La bassa volatilità del portafoglio Italia e la sua diversificazione si fanno sentire proprio quando il mercato inizia a mostrare nervosismo.

Veniamo quindi subito ai numeri: il FTSE-MIB ha perso il -1,68% andando a 21587 punti. Molto meglio invece è andato il Portafoglio Italia che con un -0,16%, tiene sostanzialmente la posizione (cosa non banale in queste situazioni). Si allarga ancora di più la performance da inizio anno: +0,58% contro un -7,86% del FTSE-MIB.

Dicevamo, bassa volatilità, ma anche diversificazione: infatti abbiamo assistito ad un ribasso (secondo noi immotivato) di un -5,53% di Poste Italiane, in fondo dopo aver presentato una semestrale con un utile netto in aumento di “solo” il +44% cosa vi sareste aspettati? Al di là delle facili ironie, seppur i ricavi sono in leggerissimo calo, più che altro sembra che la “paranoia” dello spread faccia vendere tutto ciò che assomigli ad un finanziario.

Questa brutta performance è stata però compensata da quella ottima di De’ Longhi, titolo dimenticato negli ultime tempi, che mette a segno un ottimo +15%, in questo caso invece la semestrale sembra sia piaciuta al mercato.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Portafoglio Italia: la perseveranza e la lungimiranza pagano

La settimana appena conclusa si potrebbe sintetizzare con: “lungimiranza e perseveranza alla fine pagano”. Vediamo infatti cos’è accaduto: il FTSE-MIB si è attestato a quota 21955 punti, in rialzo dello 0,74%, ma ben maggiore è stata la performance del Portafoglio Italia con un +2,24% che riporta già il nostro portafoglio sopra la parità con un +0,74%. Tale performance spicca ancor di più se la si paragona al FTSE-MIB che è ancora sotto di -6,29%.

Dicevamo, lungimiranza e perseveranza: il mercato ha riscoperto improvvisamente alcuni titoli su cui abbiamo puntato da tempo. Azimut è stato un caso emblematico, i dati trimestrali hanno battuto le attese ed il titolo ha fatto un +6,80%. Da incorniciare il commento del presidente di Azimut, Pietro Giuliano: “Lascio alla fantasia e/o alla malevolenza degli ‘operatori di mercato’, la spiegazione del perché il nostro utile netto è superiore del 50% di quello previsto dal consenso”.

Ottimo anche l’andamento di Telecom Italia Risparmio (8,86%) ed Intesa Sanpaolo Risparmio (4,46%).

Insomma chi ha avuto la costanza di seguirci fin dall’inizio sta sicuramente raccogliendo i frutti!

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Portafoglio Italia: debolezza recuperabile

Altra settimana sia debole per l’indice FTSE-MIB che per il Portafoglio Italia che fanno segnare rispettivamente -0,45% e -0,8%. La performance da inizio anno rimane comunque notevole con un -6,98% contro un -1,47%, percentuale del tutto recuperabile.

In particolare questa settimana ha influito negativamente il titolo Intesa Sanpaolo Risparmio con il -2,21%. Riteniamo che alla luce degli attuali prezzi e del piano triennale presentato mesi fa da Messina, il titolo sia appetibile non solo per il nostro Portafoglio ma anche per i cassettisti.

Anticipiamo che in questo periodo di alta volatilità stiamo monitorando un certificato nel settore del lusso che dovrebbe rivelarsi meno sensibile alle attuali turbolenze.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Aggiornamento Portafoglio Italia

Veloce aggiornamento settimanale: sia il nostro Portafoglio Italia che il FTSE-MIB ritracciano su livelli più bassi. In particolare il Portafoglio Italia è stato appesantito da Telecom Italia Risparmio, mentre è stato buono il recupero di Unieuro. A livello settimanale le performance sono state di un -1,03% contro un -0,16%, mentre la differenza rimane importante ed evidente da inizio anno: -0,68% contro -6,56% !

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Portafoglio Italia: già sopra la parità

Settimana positiva sia per il FTSE-MIB che per il nostro Portafoglio Italia. Il FTSE-MIB si attesta a 21926 punti con un +1,39%. Molto meglio fa il Portafoglio Italia con un +2,23%, ma ciò che più conta è che questa settimana il nostro Portafoglio Italia è già tornato sopra la parità rispetto all’inizio con un +0,35%. Tale cifra risulta ancora più importante se la si paragona a quella dell’indice che è ancora sotto di -6,42%. Potete anche notare quanto sia stata importante la componente dei dividendi al fine complessivo della performance globale del portafoglio.

Da notare l’ottimo balzo di UnipolSai che ha messo a segno un bel +7,14%. Le notizie di un ulteriore acquisto di quote da parte della controllante Unipol sembra sia piaciuta al mercato.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Aggiornamento Portafoglio Italia: continua la volatilità

Continua la debolezza del FTSE-MIB che chiudendo in quota 21626 punti mette a segno un -1,20%. Debole anche il nostro Portafoglio Italia che fa -1,79% penalizzato soprattutto dalla brutta performance di Unieuro, come riportato qui. A livello complessivo il Portafoglio Italia è ancora di gran lunga migliore all’indice FTSE-MIB: infatti dopo 6 mesi siamo a -1,84%, performance di tutto rispetto se pensate a che livelli di volatilità è stato sottoposto l’indice FTSE-MIB che infatti si trova sotto di un pesante -7,70%.

Approfittiamo di questo spazio per anticipare che, poiché la settimana scorsa sono scaduti vari certificati da noi analizzati, nel prossimo post faremo il punto della situazione in merito (largamente positivo comunque).

Inoltre analizzeremo anche il certificato su Prysmian, segnalato qualche settimana fa, che purtroppo ha toccato la barriera. La forte discesa del titolo appartiene a quei fenomeni di “cigni neri” che capitano nel mercato e che ha colto di sorpresa anche noi. Naturalmente, non ci stancheremo mai di dirlo, la diversificazione è l’unica vera strategia che ci mette al riparo da questi evento.

Ricordiamo infine che il Portafoglio Italia è scaricabile qui e che per coloro che vogliano rimanere tempestivamente aggiornati consigliamo di iscriversi alla mailing list qui a destra.

Portafoglio Italia: ottimo recupero ed ottimi dividendi

Settimana di recupero per il nostro Portafoglio Italia in controtendenza all’indice FTSE-MIB che invece non sembra riuscire ad arrestare la propria discesa. In particolare, a fronte di un +1,06% del Portafoglio Italia registriamo un -1,36%. La divergenza diviene ancora più evidente se si analizzano le performance da Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia: un primo rimbalzo

Dopo chiunque settimane di ribasso si è verificato un primo rimbalzo la cui consistenza sarà tutta da verificare nelle prossime settimane.

Il FTSE-MIB recupera quota recupera i 22000 punti mettendo a segno un +3,9%. La bassa volatilità del nostro Portafoglio Italia si fa sentire anche nelle fasi di recupero con un +2,1%. Ancora largamente positiva la performance del Portafoglio Italia con un -1,1% contro un ancora pesante -5,9% del FTSE-MIB.

Questa settimana Unieuro ha staccato un dividendo di un 1€ per azione, con un dividend yeild pari al 6,94% sui nostri prezzi di carico. Da questa Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia

Siamo alla quinta settimana consecutiva di ribassi per l’indice FTSE-MIB che venerdì ha chiuso a 21356 punti, con un -3,41% rispetto la settimana scorsa. La performance settimanale del Portafoglio Italia è sostanzialmente in linea con quella dell’indice avendo fatto registrare un -3,5%.
Se ampliamo l’orizzonte temporale, come vedete qui, il Portafoglio Italia sta ancora battendo di gran lunga l’indice italiano, con un -3,05% (sostanzialmente dovuta alla performance di questa settimana) contro un -8,85% del FTSE-MIB!
Nel nostro portafoglio hanno Continua a leggere…

Aggiornamento Portafoglio Italia: ancora ottime occasioni

Vi avevamo detto che stavamo esagerando? Sembra che negli ultimi due giorni anche il mercato se ne sia accorto. Infatti dopo aver toccato un minimo a 21300 punti il 29 maggio, il FTSE-MIB a chiuso venerdì nuovamente sopra i 22000 punti. Malgrado il recupero degli ultimi giorni la performance settimanale rimane comunque negativa del -1,29% .

Meglio fa il nostro Portafoglio Italia che, così composto, limita le perdite al -0,96%. Ciò che spicca ancor di più è la differenza di performance da inizio anno: infatti a fronte di un -5,63% dell’indice FTSE-MIB il nostro Portafoglio Italia è ancora in territorio positivo del +0,53%.

Questa settimana segnaliamo la notizia che Continua a leggere…