Il comparto alimentare per un 16% annuo

Condividi

Vi ricordate quando avevo pronosticato le due fasi del contagio estivo/autunnale? La tempesta perfetta si riprodurrà sotto natale. Riapriremo per riversarci in negozi iper affollati, per poi scambiarci doni e virus con paranti ed amici. Dopo l’epifania (non prima) ci chiederemo nuovamente come mai ci siano così tanti, che la sanità fa schifo, che il vaccino non arriva abbastanza in fretta etc etc… non so voi, ma io personalmente sono anche abbastanza stanco di tutto ciò.

Veniamo invece a ciò che non avevo previsto, ossia che il FTSE-MIB (e gli indici azionari in generale) avesse ancora la forza di fare un +3,84%, ed il nostro personale Portafoglio Italia +5,11%. Un bella sorpresa certo, ma tutto il mio scetticismo verso tale infiammata dei prezzi rimane intatto. Faccio notare che il prodotto Bonus Cap Reverse sul FTSE-MIB ha toccato la barriera, ad ogni modo continuo a tenere aperta la posizione perché ritengo uno storno fisiologico. Anzi questa settimana è stata l’occasione per scaricare diverse posizioni in profitto portando la mia liquidità al 15%, se poi ci sommate obbligazioni e certificate che scadono tra 2 o 3 mesi, saliamo al 20%. Considerando poi che ho un 10% in oro, capite quanto sia prudente la mia visione in questo momento.

Naturalmente sto già pianificando dove andare ad allocare la liquidità quando le condizioni saranno maggiormente favorevoli.

Il seguente certificate è uno di quelli che sto tenendo sott’occhio:

  • Cash Collect Airbag Autocall

  • ISIN: DE000HV4H9T5

  • Sottostanti: Beyond Meat Inc. / Coca cola / McDonald’s / Nestlè

  • Scadenza: 17/10/24

  • Cedola: 4% trimestrale (16% annuo)

  • Barriera: 105,2675$ / 32,435$ / 144,9305$ / 68,835 CHF

Partiamo dalle caratteristiche: se alla data di osservazione tutti i titoli sono sopra la barriera prendiamo 4€ a certificate. Essendo l’osservazione trimestrale fanno 16€ potenziali all’anno. Quindi un rendimento cedolare di tutto rispetto, ma ciò che rende ancor più attraente tale certificate è l’opzione airbag che ormai conoscerete a memoria. Ad ogni modo ripetiamolo brevemente: a differenza dei classici certificate in cui se un titolo va sotto barriera si subisce una perdita pari al calo del titolo stesso, nel caso dell’airbag le perdite si iniziano a calcolare a partire dalla barriera. Ad esempio la barriera qui è posta al 65%, a fronte di un calo del 38% del titolo peggiore si subirebbe una perdita di circa il 3%. Inoltre va considerato anche il flusso cedolare che comunque vanno indirettamente ad abbassare il rischio visto che ogni trimestre abbiamo una cedola potenziale.

Per quanto riguarda gli ultimi tre sottostanti, sono aziende talmente note che presentarli sarebbe pleonastico. Non tutti invece magari conoscono il primo titolo. Beyond Meat è un’azienda che produce sostituti per la carne e prodotti caseari a base di vegetali nata nel 2009 con sede a Los Angeles. Ha iniziato a vendere i suoi prodotti negli Stati Uniti nel 2013. Nel maggio 2016 ha messo in commercio il primo hamburger a base di verdure nella sezione dedicata alle carni dei negozi di alimentari. L’azienda produce alimenti progettati per sostituire le salsicce di maiale, la carne di pollo e quella di manzo.

Personalmente non ho mai provato nessuno dei loro prodotti e dubito che lo farò mai, ma si tratta di un’azienda molto in linea con le nuove mode ESG o “salviamo il pianeta”. Chi li ha provati mi ha riferito che la differenza con la carne non si nota.

Più che altro però a noi interessa l’analisi tecnica:

Come potete vedere il titolo sta provando a richiudere il gap ribassista aperto la settimana scorsa. L’entrata ideale sarebbe un po’ sopra i 121$. Ad ogni modo attualmente il certificate si compra a 95€ che porterebbe il livello di break point a 100,041$. Questo mettendoci nell’eventualità peggiore possibile, ossia che da qui al 2024 non prendiamo neanche una cedola, eventualità abbastanza irrealistica.

Tengo infine a precisare che, come tutti i post di questo blog, questo non vuole essere assolutamente un invito all’acquisto, bensì un analisi indipendente fatta in questi giorni dal sottoscritto.

Spero di aver fatto cosa gradita lasciando link diretti a tutti i dati senza passare per servizi di pubblicità. Per questo mi auguro che siate così gentili, vista la completa gratuità del sito, di fare almeno un click su un banner presenta nella pagina e mettere un like se l’articolo è di vostro gradimento.

Vi ricordo che chiunque voglia essere tempestivamente informato sulle novità pubblicate dal blog può iscriversi alla mailing list qui a destra. Inoltre tenete presente che l’iscrizione è portata a termine solo se viene confermata dopo aver cliccato sul link che vi verrà spedita a seguito dell’immissione della vostra email alla mailing list.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *