Il punto sulle nostre strategie. 8/9 in profitto!

Oggi facciamo un check delle nostre strategie d’investimento. Anche se sono passati poco più di due mesi dal nostro primo post, si possono già tirare le prime somme.

Partendo dal primo appunto, siamo tornati più volte sulla nostra visione di bassa inflazione e l’obbligo da parte della BCE di continuare nelle politiche espansive. Un’ulteriore conferma la trovate qui bella fresca!

1 – ETF Obbligazionari

Non ci eravamo però limitati a fare considerazioni macroeconomiche astratte, ma dato consigli operativi coerenti con la nostra view indicando due ETF obbligazionari europei. Vediamo com’è andata:

Continua a leggere…

Rendimento del 15% annualizzato sul certificato Mediobanca

Come promesso oggi analizzeremo un nuovo certificato abbastanza diverso dal Cash Collect su Mediaset. Colgo l’occasione per segnalarvi che Mediaset si sta muovendo proprio tra i 3.1 e 3 euro, i due livelli di supporto che avevamo individuato (ognuno può quindi fare le proprie valutazioni se e come entrare nel certificato).

Torniamo ora al topic di questo post: oggi analizzeremo un Reversed Bonus Cap. Prima di tutto riportiamo la definizione su cosa sia un Reversed Bonus Cap:

permettono di partecipare alla performance negativa registrata dall’azione o dall’indice sottostante fino ad un livello massimo detto Cap, corrispondendo inoltre un premio – Bonus – se il sottostante si è mantenuto stabile o ha registrato un ribasso. Condizione per ricevere il bonus è che il sottostante non tocchi la barriera di protezione durante la vita del Certificate. Se il rialzo registrato dal sottostante è superiore al livello di barriera, il valore di rimborso sarà inversamente legato alla performance del sottostante.

Potremo quindi guadagnare su un ribasso di un’azione, neò nostro caso Mediobanca.

Vediamo in pratica cosa significa prendendo ad esempio il certificato che ha come sottostante Mediobanca. Al solito partiamo dall’analisi grafica del sottostante (ossia Mediobanca).

 

Ho deciso di di riportare un grafico a barre settimanali perché penso sia il più adatto per gli orizzonti temporali del certificato che analizzeremo a breve.

Avrete notato che abbiamo tracciato due linee celesti continue, una sul grafico dei prezzi, l’altro sull’indicatore stocastico. Sono lì ad evidenziare una divergenza: a due massimi crescenti dei prezzi corrispondono due massimi decrescenti sullo stocastico. Quando ciò avviene, la maggior parte delle volte, significa che i prezzi smetteranno di salire e anzi tenderanno a scendere. In effetti è proprio ciò che è successo nelle settimane successive. Inoltre tra la 2a e la 3a settimana di Luglio, dove è stata messa la lettera P, si è verificato un pattern ribassista detto Engulfing Bearish che rafforza ulteriormente la tendenza ribassista (od almeno NON rialzista) del titolo. È proprio in quest’ottica che abbiamo scelto il certificato Reversed: come riportato sopra esso ci permette di ricevere un bonus se il titolo non supera mai una certa barriera. Cominciamo quindi a dare un po’ di numeri: